Visualizzazione di 1-12 di 32 risultati


Maschere sub

Quando si praticano le immersioni le maschere da sub sono immancabili. Si tratta di accessori che permettono di guardare in maniera molto chiara i fondali marini, riuscendo però a proteggersi gli occhi. Non sono pochi i modelli disponibili in commercio ma quelli migliori sono quelli che permettono di guardare il fondo senza sentire il viso quasi intrappolato in queste maschere.

Molto apprezzate negli ultimi anni sono le maschere integrali che offrono una visuale molto più ampia e presentano un boccaglio incorporato che permette di respirare sott’acqua con il naso. Altro elemento distintivo sono le lenti che possono essere: monovetro, bivetro o multivetro. La struttura invece è in silicone per garantire una maggiore aderenza al viso. Insomma per poter scegliere è importante conoscere il prodotto e rivolgersi ad esperti come quelli di R-Sub che propongono solo i prodotti di qualità più elevata.

Migliori maschere da sub: 3 categorie differenti

Per poter scegliere quella che è la migliore maschera da sub occorre innanzitutto considerare che esistono 3 categorie differenti di prodotto. Insomma è un po’ come andare ad acquistare mute subacquee e dover considerare i diversi modelli. Quindi è possibile dividere le maschere in 3 categorie differenti:

  1. frameless: senza telaio, la cornice è sottile e le lenti possono essere posizionate il più vicino possibile agli occhi per poter avere la migliore visibilità. Sono consigliate a chi pratica pesca in apnea;

  2. struttura rigida: le lenti sono più distanti dal viso ma non si appannano. Sono le maschere preferite di molti in quanto sono ritenute estremamente sicure;

  3. ibrida: la via di mezzo, questo modello è in grado di garantire uno spessore minimo della maschera ma allo stesso tempo offre anche resistenza e stabilità.

La composizione

Indipendentemente dalla tipologia di maschera che si decide di acquistare, la maggior parte di esse si compongono innanzitutto di una lente di vetro temperato e di un rivestimento in silicone che permette loro di aderire perfettamente al viso. Inoltre il cinghiolo in silicone abbraccia la testa, mentre la struttura in plastica unisce tutte le componenti.

Ci sono poi alcuni modelli di maschere sub che si compongono di 2 lenti. Ce ne sono poi alcune che sono in policarbonato, ma si consiglia di scegliere sempre quelle in vetro che abbiano anche un buon silicone.

Ovvio che da tali discorsi sono esonerate in una qualche misura le frameless che non hanno una struttura intorno.

Come lavare le maschere da sub ed evitare l’appannamento

Le maschere sub vengono inserito in un ampio ventaglio di scelta che comprende: computer subacquei, erogatori subaquei, GAV e Torce sub, elementi tutti indispensabili per poter affrontare al meglio i fondali marini senza rischiare problematiche di alcun genere. Ma esattamente come tutti gli attrezzi le maschere da sub devono anche essere sottoposte a manutenzione costante per evitare che si rovinino.

La manutenzione non solo assicura una maggiore durata al prodotto, ma lo renderà sempre utilizzabile, senza paura di trovarsene sprovvisti nel momento in cui occorre. Proprio per questo motivo si raccomanda di prendersene costantemente cura.

Innanzitutto è importante verificare quelli che sono gli accessori di ricambio che vengono dati insieme alla maschera sub. Si consiglia poi di sciacquare la maschera con acqua dolce, evitando così che la salsedine possa danneggiarla.

Dopo il risciacquo è importante non riporre l’accessorio alla luce diretta del sole, andandone in questo semplice modo a preservare la durata. La corretta manutenzione della maschera permette anche di evitare spiacevoli episodi di appannamento della maschera.

Ci sono casi in cui le lenti non sono realizzate con tecnologia antiappannamento e nonostante la manutenzione è possibile che comunque ci si trova a dover prevenire questo fenomeno. Pochi ed efficaci rimedi possono essere messi in atto.

Sembra essere efficace immergere la maschera in una bacinella con acqua calda e sapone per i piatti. Dopo aver lasciato la maschera a mollo per un paio di ore si procede con un accurato risciacquo.

Migliori maschere pesca sub: come scegliere

Quindi ora che sono chiari i modelli in commercio tra cui è possibile scegliere una maschera da sub perfetta per l’utilizzo che se ne vuole fare, è importante conoscere le caratteristiche che dovrebbero contraddistinguere un prodotto che sia di qualità. Innanzitutto i materiali.

La struttura ad esempio deve essere morbida ma anche resistente e questo vale anche per i tubo per la respirazione e le lenti. Scegliere un accessorio che si compone di ottimi materiali permette di evitare che la maschera si sfili durante l’utilizzo. La parte interna, invece, deve aderire perfettamente al viso, essere ipoallergenica, delicata e non essere causa di irritazioni.

La cinghia dovrebbe essere regolabile, per potersi adattare alla forma del viso. Ottimi sono i modelli memory foam che non si allargano ma si adattano al volto dell’utilizzatore. Non deve mancare la valvola di spurgo che permetta la respirazione. In genere essa è posta sotto il setto nasale e permette di espellere l’aria dal naso.

Quindi si conclude l’analisi del miglior prodotto da acquistare controllando le lenti che possono essere: monovetro, bivetro o multivetro. In particolare al momento della scelta occorre considerare che le lenti monovetro sono le uniche che non possono essere graduate. Nel caso in cui si abbia problemi alla vista e si abbia bisogno di utilizzare lenti graduate, è importantissimo saper scegliere il prodotto giusto. Non sempre è possibile utilizzare le lenti a contatto da utilizzare per le immersioni in acqua, quindi poter graduare le lenti potrebbe essere in alcuni casi indispensabile, per poter esplorare il fondo del mare.

0
    0
    Il tuo carrello
    il tuo carrello è vuotoRitorna allo shop